Viaggi d’istruzione

e gite scolastiche.

I viaggi d’istruzione, possono contribuire a “favorire….quel complesso rapporto tra scuola e ambiente extrascolastico, … sempre più tangibile in questi ultimi tempi, assegnando così un ruolo sempre più attivo e dinamico alla scuola, viene pertanto rivitalizzata qualitativamente da nuovi motivi di riflessione……”.

Un viaggio di istruzione, inoltre, in quanto esperienza di vita comunitaria integrale, consente di creare condizioni, favorire situazioni, predisporre attività che possono aiutare a potenziare la socialità del gruppo e favorire le relazioni e la comunicazione verbale e non verbale fra gli elementi che lo compongono.

Riteniamo, altresì, che tale esperienza aiuti a valutare se eventuali difficoltà relazionali, comportamentali, di apprendimento del singolo alunno non siano, almeno in parte, causate da dinamiche interne al gruppo e, in tal caso, il viaggio di istruzione, potrebbe essere occasione di interventi adatti ad attenuare o eliminare tali difficoltà.
La convivenza, infine, degli alunni con i loro insegnanti, può aiutare a sdrammatizzare i rapporti docente – discente e favorisce il recupero di canali comunicativi non istituzionali fra loro. Il soggiorno, nel contempo, dovrebbe proporsi precisi obiettivi didattici da perseguirsi, possibilmente, con tecniche inusuali rispetto a quelle istituzionali possibili in classe.
Per valorizzare il soggiorno riteniamo utile

  • All’arrivo, un gioco di socializzazione, relazione e collaborazione per introdurre piacevolmente gli alunni e alunne nella nuova esperienza.
  • Un momento corale l’ultima sera precedentemente preparato con varie attività espressive (danza, mimo, burattini, drammatizzazione, canto, musica, etc.) e, per la parte scenografica, nei laboratori.

La preparazione dei viaggi d’istruzione

Proponiamo e riteniamo opportuno studiare, in concerto con la dirigenza scolastica e con gli insegnanti, i contenuti psicopedagogici e gli obbiettivi didattici dei viaggi d’istruzione, campi scuola o gite scolastiche, in modo che essi risultino quanto più possibile adeguati alla reale situazione della classe e rispondente alle concrete esigenze della stessa.

Ipotesi di attività

Educazione Ambientale

Il rapporto uomo-ambiente naturale: interazione e reciproca influenza. Stimolare nei bambini la riflessione di “come” e di “quanto” l’uomo abbia modificato l’ambiente naturale e nel contempo dell’importanza che l’ambiente naturale ha per la possibilità di vita dell’uomo.

Il contatto sempre più immediato dell’uomo con l’ambiente consente infatti di acquisire una mentalità più ampia e, segnatamente, una educazione ecologica che stimola ad una considerazione più profonda dei valori della vita nei suoi aspetti culturali, naturali e storici”

Il Bosco

  • Il sistema bosco dell’Altopiano della Predaia. Analisi e spiegazione del sistema boschivo dell’Altopiano della Predaia con l’ausilio di schede di osservazione e giochi sensoriali.
  • Raccolta di reperti nel bosco Da utilizzare per lavori nei laboratori.
  • Rapporto fra la vegetazione, l’altitudine e la struttura del terreno Analisi di una parte di bosco e comparazione fra le diverse strutture vegetali e presenze animali.
  • L’acqua come fonte di energia La valle dei mulini. Attività IG vedere la scheda rispettiva. Il corso d’acqua, il lago come mondo pulsante di vita animale e vegetale Alla ricerca dei ruderi degli antichi mulini e segherie ad acqua.
  • Il bosco e l’economia della zona (manutenzione e cura del bosco, l’artigianato e l’industria legati al bosco, il bosco e il turismo, ecc.)
  • La vegetazione del bosco e dei prati come fonte di prodotti per l’alimentazione, la cura del corpo, la medicina.
  • Il bosco nella storia della valle. Usi e costumi locali relativi al bosco ed al territorio (“la sorte”, ecc)

I colori del bosco

  • Nei mesi autunnali, dalla seconda quindicina di ottobre alla prima di novembre circa, l’altopiano della Predaia diviene una suggestiva tavolozza naturale che consente, oltre ad una riflessione sulla flora locale, la raccolta di foglie da utilizzare per varie attività di manualità.
  • Nei mesi invernali la natura che dorme e gli animali che popolano il bosco. Eventuale individuazione e studio delle loro tracce

Orientamento e orienteering

Tecniche di Orientamento

  • I punti cardinali.
  • Le cartine, uso e lettura.
  • Orientarsi con il sole o con le stelle.
  • Altri metodi di orientamento.
  • Uso di carta e bussola per orientarsi Orienteering
  • Giochi di orientamento nel bosco
  • Giochi di orientamento in paese
  • Gara di Orienteering Percorso nei boschi da effettuare come prova finale.

Attività di socializzazione

  • Giochi di scoperta, collaborazione, abilità e socializzazione nel bosco o sui prati Stratego Umano, Castellone, Dove osano le aquile, Alce Rosso, etc.
  • Caccia al tesoro Ricerche, indovinelli, scoperte, personaggi misteriosi nel bosco porteranno al ritrovamento di un ricco tesoro.
  • Caccia al tesoro fotografica Seguire indicazioni, trovare luoghi e situazioni da fotografare per completare il “puzzle” e conoscere il paese ed il bosco.
  • Luna Park Giochi montati e gestiti dai bambini
ragazzi in gita scolastica

L’uomo, il territorio e le attività produttive

  • Visita ai paesi di Sfruz e Smarano I paesi della media montana trentina. La casa rurale di un tempo ed oggi. Le stufe ad olle.
  • Visita al caseificio tecniche di moderna arte casearia Trekking a Còredo a piedi 1h circa in discesa. Ritorno: a piedi 1h30’ minuti circa in salita, (eventuale ritorno in corriera €1,10)
  • Un laboratorio artigiano per la lavorazione del legno Utilizzo del legno nella vita di tutti i giorni.
  • Visita guidata ad un mulino ad acqua ed a una segheria veneziana Costo € 1,00 Trekking a Còredo a piedi 1h circa in discesa. Ritorno: a piedi 1h30’ minuti circa in salita, (eventuale ritorno in corriera €1,10)
  • Le api e il miele Visita a un apiario, la vita delle api.
  • Visita al Salumificio di Smarano Produzione di speck, prosciutti e insaccati con la filosofia dello slowfood.
  • La centrale idroelettrica di S.Giustina.

Attività di intera giornata IG

  • Trekking al Santuario di S. Romedio, l’eremo più suggestivo del Trentino. Andata a piedi 2h circa in discesa passando per la località “2 laghi” di Còredo. Ritorno a piedi ore 2 e 45 minuti circa in salita. Possibile prendere autobus di linea a metà strada.
  • Trekking al Santuario di S. Romedio, e percorso nella roccia. Andata a piedi c.s. Ritorno tramite il percorso nella roccia verso Sanzeno, ore 1 circa in piano, da Sanzeno a Sfruz in corriera (costo € 2,90).
  • Trekking ad una malga (alpeggio) Due ore di trekking. Da effettuare solo verso fine maggio/inizio giugno.
  • Rio Verdes, dai 1200 mslm ai 600 mslm, Il variare della vegetazione, ruderi dei mulini, controllo dell’acqua. Passando da S. Romedio, continua verso Sanzeno tramite il percorso nella roccia, oppure verso i 2 laghi.
  • Museo Retico di Sanzeno Eventuale visita da effettuare dopo S. Romedio. Durata visita circa 1h. Percorso didattico € 2,00 ad alunno partecipante,insegnati gratuiti, guida compresa.

La Val di Non, tra storia e leggenda

  • L’inquisizione in valle di Non. Visita esterna al Palazzo Nero, sede dell’inquisizione. Trekking a Còredo a piedi 1h circa in discesa. Ritorno: a piedi 1h30’ minuti circa in salita, (eventuale ritorno in corriera €1,10)
  • Museo Etnografico della Cultura Contadina di Coredo Strumenti del lavoro, mezzi di trasporto, sezioni dedicate alla devozione, all’emigrazione e alla scuola, ricostruzione di una cucina contadina e di una “stua”. Documentazione dialettologica e iconografica. Offerta €1.00
  • Santuario di San Romedio Vedere attività IG
  • A Sfruz un paese della media montagna trentina, la casa rurale di un tempo, l’antica arte della ceramica (le stufe ad Olle che stanno ritrovando l’antico splendore)
  • Sculture con il legno.

Laboratori

  • Prepariamo uno strudel o biscotti
  • Con il latte facciamo il formaggio
  • Con i reperti trovati nel bosco creiamo braccialetti, spille, porta fiori, centri tavola, sopramobili e con i ciottoli dei torrenti simpatici e bizzarri ferma carte.

Attività da effettuare nei viaggi a/r

MUSE di Trento Museo delle Scienze Link  Durata 3 ore. Diversi percorsi didattici da scegliere direttamente con il museo. Chiuso il lunedì.

MART di Rovereto Museo d’arte moderna   Link   Durata consigliata, circa 2 ore     Percorso didattico € 2,00 ad alunno partecipante, insegnanti gratuiti, guida compresa. Chiuso il Lunedì.

Città di Trento Link  Durata consigliata, circa 2 ore. Senza guida.

Castello del Buonconsiglio di Trento. Uno tra i maggiori complessi monumentali del Trentino-Alto Adige. Link  Durata consigliata, circa 2 ore. Percorso didattico € 3,00 ad alunno partecipante, insegnanti gratuiti, guida compresa. (piu’ € 2,00 compresa visita a Torre Aquila “) Chiuso il Lunedì

Tridentum sotterranea di Trento Link Durata consigliata, circa 2 ore. Percorso didattico € 2,00 ad alunno partecipante, insegnanti gratuiti, guida compresa.  Chiuso il Lunedì

Museo Diocesano di Trento nella piazza più bella della città, in un palazzo medievale. Link  Durata consigliata, circa 2 ore. € 2,50 Nelle sue sale si possono trovare dipinti, arazzi, sculture e testimonianze iconografiche.

Castel THUN Straordinaria residenza signorile della Valle di Non, rara dimora principesca che conserva  gli arredi originali, oltre ad una ricca pinacoteca e preziose collezioni d’arte.Link Durata consigliata, circa 2 ore. Percorso didattico € 3,00 ad alunno partecipante, insegnanti gratuiti, guida compresa.

Punto MELINDA La mela, la sua storia e realtà attuale. Link Durata consigliata, circa 1 ore.Costo €2,00

Museo Archeologico di Bolzano “OETZI L’Uomo venuto dal ghiaccio” Link  Durata consigliata, circa 2 ore Con guida pro capite € 4,00, con guida acustica € 4,00 Prevede un prolungamento del viaggio  deviazione di 45 km in andata e 45 in ritorno.

Parco Fluviale Novella: percorso in un canyon dove imponenti pareti rocciose rivelano nella luce rarefatta le impronte fossili degli abitanti del mare primordiale che un tempo sommergeva queste zone. Link Visita al Parco e laboratorio: €8 Solo visita al Parco: €5 Insegnanti accompagnatori gratuiti. Il percorso, lungo circa 4 km, è adatto a tutti e quindi anche ai bambini.

Museo delle palafitte del lago di Ledro Link Resti di un villaggio di palafitte del Bronzo Antico – Medio (2200-1350 a.C.) Da marzo a giugno Costo €2,50

Canyon Rio Sass Percorribile grazie a passerelle e scalette, per andare alla scoperta di acque vorticose, cascate e marmitte dei giganti, fossili, stalattiti e stalagmiti. Link Da aprile a novembre. Costo €6.00 Percorso 2 ore.

Attività Sportive

Sport di gruppo tradizionali      Calcio, Pallavolo, Pallacanestro, etc

Sport di gruppo non tradizionali       Unihockey, Baseball, etc

Sport individuali       Tiro con l’arco, Equitazione, Tennis, etc

broomball attività invernale dei campi per bambini e ragazzi

Attività con la neve

  •  Attività e giochi con slittini e bob
  • Pattinaggio sul ghiaccio
  • Passeggiata e giochi con le “ciaspole”, racchette da neve
  • Costruzioni sulla e con la neve.
  • Sci alpino
  • Sci nordico
Free WordPress Themes, Free Android Games

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi